Ultima modifica: 12 Aprile 2019

167° ANNO DI FONDAZIONE DELLA POLIZIA DI STATO: STUDENTI DELLA SAN FRANCESCO INVITATI A CITTÀ STUDI PER ESSERE TESTIMONI DEL MOTTO #ESSERCIINSIEME

Mercoledì 10 aprile, nell’auditorium di Città Studi, per la celebrazione del 167º anno della fondazione del corpo di polizia, era presente anche una delegazione di studenti della scuola secondaria di primo grado San Francesco d’Assisi, insieme alle autorità religiose, militari e civili.  

Ciò che più ha colpito i nostri ragazzi è stato l’hashtag #essercisempre che il Questore di Biella Nicola Alfredo Parisi ha pronunciato più volte durante il suo discorso di apertura, suggerendo come “per tutti noi Biellesi il nostro esserci sempre non sia solo sinonimo di presenza  fisica, ma di una partecipazione intima ai problemi e alla loro risoluzione, convinti che la condivisione sia un valore aggiunto dell’esserci sempre“.

“ Abbiamo chiaro che l’esserci sempre- continua il Questore- non possa prescindere dall’esserci insieme“, riflessione che è stata colta dai nostri allievi come monito per il loro futuro. 

Dobbiamo ricordare che quest’anno è stata una festa ancor più speciale degli anni passati, perché ricorrono anche i 60 anni dall’istituzione del corpo di polizia femminile, composto da tantissime donne “che a pieno titolo e a tutti livelli operano nella polizia di Stato, svolgendo un ruolo fondamentale per il nostro Paese”. Il Presidente della Repubblica così scrive nel suo lungo messaggio, per dedicare un particolare pensiero a tutte le donne che sono impiegate nell’arma e che anno dopo anno si dimostrano sempre più qualificate, tanto che oggi ricoprono ruoli direzionali per ben il 35%, a fronte di una presenza femminile del 15% . 

La conferenza si è conclusa con un momento di grande emozione: la premiazione dei poliziotti che si sono distinti per coraggio e tenacia e che hanno portato a termine operazioni complicate su più campi (droga, prostituzione e furti, oltre al salvataggio di una donna che stava tentando di togliersi la vita). 

Le foto scattate dopo la festa mettono in luce tante e diverse categorie di uomini e donne che hanno servito e servono il nostro Paese con orgoglio, fierezza, coraggio e spirito di fratellanza. Un nostro allievo della classe 3^F, Samuele Trocca, insieme ai suoi compagni è stato ritratto in compagnia della sua cara nonnala Signora Rinuccia Perona, crocerossina ancora in servizio i cui occhi brillano oggi come allora, durante le missioni della seconda guerra mondiale. 

Un altro scatto bellissimo è quello con un gruppo di bersaglieri, fieri e splendidi con i loro copricapi con piume di gallo cedrone.  

I ragazzi, toccati da un clima di così grande rispetto, hanno partecipato ai festeggiamenti portando a casa e nelle nostre aule una bella lezione: #esserciinsieme per migliorare il nostro territorio, ciascuno di noi nel proprio piccolo e tutti insieme verso i più grandi obiettivi. 

Chiara Verrua

Share Button